top of page

Una lunga storia di benesse

About

La teoria igienica cerca di spiegare l'insorgenza delle allergie. Essa ipotizza che l'esposizione microbica precoce durante i primi mesi di vita del bambino possa indurre una intolleranza immunologica attraverso le stimolazioni immunitarie e quindi riduca il rischio di sviluppo di allergie.

Bambino in Bed
maternità

Le grandi multinazionali

prendendo spunto da questa teoria, iniziarono a fare degli studi con la finalità di prevenire le allergie facendo una azione di prevenzione sulle madri dei futuri nascituri. Alle madri in gestazione furono somministrati dei probiotici con la speranza che i nascituri non diventassero allergici.

Purtroppo gli studi produssero scarsi risultati e i probiotici furono messi in cattiva luce dalla classe medica. L'intuizione di Anallergo fu quella di utilizzare i probiotici nei pazienti con allergia somministrando una miscela di batteri in modo di creare un approccio integrato e sinergico su più aree: il benessere della flora intestinale e la modulazione del sistema immunitario.

Piastra di Petri

i Probiotioci

Si definiscono probiotici alcuni ceppi batterici che, se assunti vivi in numero sufficiente e per un periodo di tempo adeguato, sono in grado di colonizzare l'intestino e di esercitare funzioni benefiche e salutari per l'organismo. I probiotici devono essere in grado di sopravvivere alle condizioni fisiologiche del tratto gastro duodenale in modo da raggiungere in numero elevato ed in buono stato di attività e vitalità l'intestino tenue, colonizzandolo anche se pur soltanto temporaneamente.

La miscela di probiotici era ed è costituita da 5 ceppi batterici che sono in grado di creare un corretto microbioma e contemporaneamente produrre una immunostimolazione in grado di riequilibrare le popolazioni linfocitarie. È noto infatti che nei pazienti allergici, sia respiratori che alimentari, si evidenzia una scarsa maturazione del sistema immunitario. 

Piastra di Petri

iprob

Gli studi del prodotto iniziarono nel 2005 e iprob fu messo in commercio per la prima volta nel 2007. Gli studi condotti da Anallergo con il centro ricerche di Probiotical permisero di realizzare un prodotto liofilizzato granulare da solubilizzare in acqua. La novità assoluta fu quella di poter conservare il prodotto a temperatura ambiente.

Fino a quel momento, e ancora oggi, prodotti analoghi devono essere conservati in frigorifero con le conseguenti limitazioni di utilizzo.

2007

Viene commercializzato per la prima volta iprob

iprob2012azzurro.jpg

Esce nella pratica versione da 30 bustine

iprob302011.jpg

2011

2015

Viene aggiornata il confezionamento

iprob30.jpg

iproboro

La progettazione di iproboro inizia nel 2015 mentre la sua commercializzazione risale al giugno 2017. Le differenze con il prodotto precedente sono sostanzialmente tre: orosolubile, micro-incapsulazione dei ceppi e aggiunta della Vitamina D3.

 

L’aver reso il prodotto oro solubile ha sensibilmente migliorato la somministrazione dello stesso, il prodotto si scioglie in bocca senza doverlo solubilizzare in acqua, è sempre disponibile.

Il processo produttivo di iproboro utilizza la tecnologia brevettata da Probiotical della micro-incapsulazione delle cellule probiotiche che permette una maggiore stabilità del prodotto ed una maggiore sopravvivenza, almeno 5 volte superiore, al transito del tratto gastro duodenale rispetto alle cellule probiotiche non micro-incapsulate.

La vitamina D3 è stata aggiunta in quanto studi condotti sui pazienti allergici hanno dimostrato in questi la carenza di vitamina D3.

La miscela dei probiotici e la loro concentrazione sono rimaste inalterate

iproboro.png

Vai al nostro shop

Sul nostro shop puoi trovare molte offerte

bottom of page